Per aiutare i bambini a comprendere i diversi momenti della giornata al nido e a viverli
serenamente i tempi dedicati all’accoglienza, al pasto, al sonno e al cambio sono
particolarmente curati e organizzati con ritmo regolare e ritualità.
Momenti di gioco libero e attività più strutturate, in piccolo e in grande gruppo, sono proposti quotidianamente in relazione alle diverse età dei bambini e dei loro bisogni.
Le attività vengono scelte in base alla valutazione effettuata dall’educatrice di riferimento del gruppo che osserva ogni bambino ed è in continuo contatto con le famiglie per offrire cintinuità e sicurezza sia ai genitori, sia ai più piccoli.

COSA SI MANGIA
Il nido 1,2,3…stella si serve da un catering che prepara quotidianamente i pasti, sulla base di tabelle dietetiche predisposte dalla nutrizionista, che vengono poi adeguatamente trasportati da un addetto e serviti dalle educatrici. Per motivi igienici non è previsto che al nido i bimbi vengano alimentati con cibi forniti dalle famiglie.
Possono essere preparate diete speciali prescritte dal medico curante e diete per motivi religiosi richieste direttamente dai genitori o dai pediatri.
L’alimentazione è strutturata nell’arco della giornata in tre momenti: lo spuntino mattutino a base di frutta fresca, il pranzo e la merenda pomeridiana.
In questi momenti le educatrici cercano di stimolare l’autonomia nei bambini più grandi e nel contempo si
occupano delle esigenze dei più piccoli.
Nella sala pranzo ciascuna educatrice si preoccupa di un gruppo sedendosi ad uno dei tavolini in modo da creare
coi bambini una continuità e una ritualità funzionale al raggiungimento degli obiettivi individuali.
Ciascuno dei tre momenti è preceduto e seguito da gesti rituali che i bambini compiono
insieme alle loro educatrici e sono: lavarsi le mani, prendere e riporre la bavaglia.